Curiosità su 2 ruote




Regalandovi lo scatto più bello che abbiamo realizzato nel 2013, in Tajikistan, auguriamo a tutti i nostri Visitatori di vivere e viaggiare nel blog con la stessa grande curiosità di questa piccola bambina "pamira"...

Rosanna e Fabrizio

Senegal MotoRaid 2014: il mercato di Mbour





Vorremo evitare di trovarci imbottigliati nel caotico traffico della capitale, così decidiamo di lasciare Dakar alle prime luci dell'alba. L'aria è molto umida, si sente l'influsso dell'oceano.
Oggi raggiungeremo la Peti Cote, dove ci fermeremo per qualche giorno, e dove contiamo di visitare sia la Riserva naturale di Bandia che la Laguna di Somone, senza disdegnare naturalmente qualche ora di completo relax su una delle tante bellissime spiagge che sappiamo esserci in zona.
Man mano che scendiamo verso sud...


Asia Centrale MotoRaid 2013 - La "triologia" in DVD Video -





Una straordinaria storia di viaggio in motocicletta attraverso l'Asia centrale: 58 giorni di viaggio, 21 mila i chilometri percorsi.
Il nostro viaggio è iniziato a Istanbul. Abbiamo attraversato il Caucaso, il nord del Mar Caspio e poi l'inafferrabile steppa kazaka per giungere alle città carovaniere uzbeke (khiva, Bukkara e Samarcanda).
Abbiamo conosciuto i pastori nomadi del Kyrgyzstan, e poi nel meraviglioso Pamir, in Tajikistan, abbiamo toccato il cielo con le dita...

Colpi di scena e avvincenti situazioni sono gli ingredienti che caratterizzano i 6 volumi, tenendo incollato lo spettatore alla poltrona per l'intero documentario.

Un'eccellente produzione firmata Ceccavventure 2013

Buona visione... e che il piacere del viaggio su due ruote sia con voi!

Cofanetto I (Volumi 1 e 3):
  
In viaggio tra Occidente e Oriente 


Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo 
Durata 1h12 minuti

Il nostro viaggio Destinazione Asia Centrale inizia simbolicamente in Turchia, nel luogo in cui l'Occidente incontra e si mescola all'oriente. La città in cui non è chiesto necessariamente da che parte stare: l'affascinante e cosmopolita Istanbul.
Spostandosi verso est, tra scenari naturali mozzafiato, l'arrivo ai piedi dei 5165 dell'Agri Dagi, del Monte Arat, ha segnato un momento di forte emozione. E poi verso la Georgia, e così, l'Asia Centrale era sempre più vicina...
Nel cuore della Via della Seta (Volume 3)


Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo
Durata 43 minuti

Bukhara e Samarcanda, due città simbolo della famigerata Via della Seta. Siamo nel cuore di questo straordinario percorso carovaniero che nel cuore di noi "viaggiatori" rappresenta l'essenza del viaggio verso le atmosfere orientali. Ci siamo trovati immersi nelle suggestioni di "Mille e una notte".
Ma la strada verso Samarcanda va conquistata pian piano senza fretta...

Trailer cofanetto I




Cofanetto II (Volumi 2 e 4):

La steppa kazaka, il fascino uzbeko 

Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo
Durata 58 minuti

Possiamo finalmente entrare in Kazakistan, la nostra porta di accesso all'Asia Centrale.
Come in passato facevano le lunghe carovane, anche noi abbiamo viaggiato lungo la via della seta per raggiungere prima il Lago di Aral, e poi l'antico khanato di Khiva.
Ed è proprio lungo la via della seta che abbiamo assaporato la grande ospitalità di queste genti...

Sul tetto del Mondo, nel cuore del Tajikistan (Volume 4)

Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo
Durata 45 minuti

Non potevamo certo immaginare che lo spettacolo delle meravigliose montagne del Kyrgyzstan sarebbero state solo il preludio ad un'incredibile esperienza vissuta a ben altre quote.
Sempre viaggiando lungo la mitica via della seta abbiamo raggiunto il Tajikistan e la sua Pamir Highway, la seconda strada carrozzabile più alta al mondo che ci ha condotto attraverso scenari mozzafiato a raggiungere il tetto del mondo. Laddove toccare il cielo con le dita sembra qualcosa di più di un'illusione...

Trailer cofanetto II




Cofanetto III (Volumi 5 e 6)

La lunga strada di confine 

Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo
Durata 50 minuti

Siamo nel cuore del Pamir e ci troviamo a percorrere uno straordinario itinerario lungo la meravigliosa strada di confine che costeggia il fiume che separa il Tjikistan dall'Afganistan. Al di là del confine fanno capolino, ai piedi di splendide montagne di roccia, piccoli villaggi di fango afgani.
Fatica, polvere e sudore, questo è il Pamir che accompagnerà fino al confine con il Kyrgyzstan, dopo aver attraversato però la famigerata "galleria della morte".

Verso la battaglia di Stalingrado (Volume 6)

Formato video 16:9 widescreen HD
Audio stereo
Durata 46 minuti

Il Kazakistan riesce a farsi perdonare l'orribile stato delle sue strade, grazie alla gentilezza e all'ospitalità del suo popolo.
Ci concediamo una deviazione verso Aksay dove troviamo ad attenderci un gruppo di amici italiani che ci hanno fatto sentire come a casa...
E poi di nuovo in Russia, a Volgograd, dove ci tuffiamo nella Grande Storia...


Trailer Cofanetto III


Se siete quindi interessati alle intense emozioni che un viaggio in moto "on-off the road" sa trasmettere non esitate a contattarci per avere i nostri DVD Video.

Viaggi in moto: attraverso i chilometri percorsi due mototuristi raccontano ...



Immagini, itinerari, esperienze, reports di viaggio in moto e documentari... per il piacere di viaggiare.


Sulla via della seta Khiva (Uzbekistan)


 Sulla strada del Pamir (Tajikistan)


 Incontri sulle strade della Cecenia (Russia)


 Sary Tash (Kyrgyzstan) verso i 4700 metri di quota


Sul tetto d'Europa

By Ceccavventure


Viaggiare in moto è un'esperienza totalizzante, significa abbandonare qualsiasi barriera rispetto al mondo esterno.
E' la scelta di vivere pienamente, mentalmente e fisicamente, l'avventura di scoprire cosa si nasconde oltre le montagne, oltre i confini della nostra conoscenza.
Tanto più grande è la somma di ogni singola goccia di pioggia, di ogni singola folata di vento, di ogni singolo brivido di freddo che investe il nostro corpo e, di ogni singola goccia di sudore che scende lungo la schiena, tanto più grande è la distanza percorsa, tanto più numerose le persone conosciute lungo il percorso.
Si tratta di un insieme poliedrico di visi, di luoghi, di odori, di sensazioni di benessere e di sofferenza.
Si ritorna a casa carichi di emozioni che solo l'avventura su due ruote sa trasmettere.
Vogliamo raccontare attraverso parole ed immagini le nostre avventure motociclistiche, condividere itinerari, esperienze e curiosità, ovvero quello che caratterizza un grande viaggio in moto.

E allora DIAMOCI DA FARE...

Rosanna e Fabrizio

Il "senso" del "nostro" viaggiare...


...
Le cose semplici non portano mai da nessuna parte... 
Ci sono momenti in cui la “strada” finisce ed è necessario far leva sulla forza di volontà per andare avanti. L'adrenalina sale, ma presto l'ansia di non farcela lascia pian piano lo spazio al senso più profondo del viaggio...


   Siberia 2011

Non avevo ancora varcato la soglia di casa al rientro dal mio ultimo viaggio e già si delineava nella mia mente quale avrebbe potuto essere la meta del prossimo, è come se ogni viaggio alimentasse quello successivo.
Non riesco ancora a comprendere se sia io a scegliere un viaggio o viceversa.
Ogni viaggio una piccola tessera che racchiude in sé figure, linee, colori e sfumature che vanno a comporre un quadro più grande e meraviglioso, e più aumentano le tessere del puzzle, più aumenta il desiderio di conquistarne delle nuove per avere una visione d'insieme ancora più ampia e profonda.
Viaggiare per scoprire com'è, al di fuori del nostro piccolo universo, il resto del mondo; per vedere con i propri occhi; per toccare con le proprie mani; per sentire, con i propri sensi, suoni e odori; per conoscere usi, costumi, popoli e persone lontani.
Scoprire, conoscere, vedere, sentire e capire?
Sì, ma c'è di più... Aveva forse ragione Bach?
“Altro che far la spola tutto il giorno, altro che la monotonia del tran-tran quotidiano [...] Noi avremo una nuova ragione di vita. Ci solleveremo dalle tenebre dell’ignoranza, ci accorgeremo d’essere creature di grande intelligenza e abilità. Saremo liberi! Impareremo a volare!”
(Richard Bach, 1970 )
E' chiaro, la libertà, sì la libertà di essere “uomini”.
Esistono sulla terra gli animali, le piante, il cielo, il mare e le montagne. Sulla terra vivono anche gli uomini, ciascuno molto diverso dall'altro, esseri umani dalle mille sfumature, dalle innumerevoli diversità, e dalle incredibili potenzialità.
Ebbene, conquistare la consapevolezza che ognuna di queste “diversità” vive in ciascuno uomo non equivale imparare a volare?
Sapere che dentro di me custodisco la sensibilità di un mussulmano, di un buddista, di un cristiano, dell'induista e dell'ebreo, che dentro di me ci sono le risorse per vivere come un tuareg del Sahara, come un pastore mongolo, o come uno sherpa nepalese; poter guardare ciascuno di loro negli occhi e vedere parte di me stesso, non significa forse imparare a volare?
Paesaggi bellissimi, panorami mozzafiato, tramonti indimenticabili, ma sopra ogni cosa scoprire la profondità di quegli occhi...


   Kyrgyzstan 2013



                      Mongolia 2011


Però, non sto parlando di un viaggio qualunque, sto parlando di un viaggio in sella ad una moto, un mezzo che ti obbliga ad usare il corpo, sì perchè la moto si guida con il corpo, con ogni muscolo, e così finisci per imparare ad ascoltare tutte le sensazioni che il corpo trasmette e non solo, l'essere esposto riabitua i sensi a tutto ciò che è esterno: l'umidità della pioggia, l'asprezza del freddo, la forza del vento e la potenza del sole...
...


Deserto Bianco, Egitto 2009


                 Mosca, Russia 2011


By Rosanna e Fabrizio (Ceccavventure)
...